home biotecnologie produzioni ad uso farmaceutico

By: Loretta Sebastiani
   

Produzioni biotecnologiche ad uso farmaceutico

La tecnologia del DNA ricombinante è entrata anche nei processi produttivi di metaboliti primari e secondari di cellule procariote ed eucariote.
Ormai si può parlare di vaccini tradizionali e di nuova concezione. Per esempio si possono modificare i geni di un batterio per costringerlo a produrre tossine modificate, non più patogene ma in grado di suscitare una risposta immunitaria che protegge l'individuo.
Gli anticorpi monoclonali vengono prodotti in grande quantità in bioreattori a fibre cave e sono diventati molto importanti nel campo diagnostico così come nella immunoseparazione o come vettori di farmaci.
L'insulina viene prodotta da Escherichia coli e da quando è stata messa a punto questa tecnica non si registrano più tutti i casi di intolleranza e allergie del passato quando ai malati di diabete veniva somministrata l'insulina estratta dal pancreas di suini o di bovini.
Muffe e batteri filamentosi sono utilizzati con processi industriali sempre più innovativi nella produzione di antibiotici.
Questi sono solo alcuni degli esempi che vengono affrontati nella presentazione.

Compresse di antibiotici di diverso colore
Fig. 1 - Antibiotici
Fig. 1 - Antibiotici
CCO Public Domain -via Pixabay.com