home biologia opportunismo

By: Loretta Sebastiani
   

Opportunismo

Il termine opportunismo è associato a microrganismi saprofiti o commensali che in genere non provocano malattie sugli individui sani su o in cui vivono. Sono però in grado di infettare gli stessi individui in diverse circostanze.
A Le difese immunitarie dell'ospite si abbassano.
Questa situazione di scarsa efficienza del sistema immunitario (immunodeficienza) può essere conseguenza di alcune patologie specifiche come l'AIDS, di terapie particolari nelle neoplasie oppure dei trapianti d'organo. Anche le terapie cortisoniche possono compromettere l'efficacia della risposta immunitaria preparando il terreno ad una infezione sostenuta da microrganismi patogeni facoltativi (altro termine con cui sono conosciuti gli opportunisti). Particolarmente delicato è quindi il caso di chi soffre di immunodeficienza congenita.
B Il microbiota subisce alterazioni, in altre parole i normali microrganismi commensali perdono la competitività nei loro rapporti.
C Le barriere tegumentarie vengono interrotte.
D Un microrganismo, normale commensale in un organo, si trova in un altro organo.
Ai microrganismi opportunisti appartengono anche specie che vivono libere.
In ogni caso nel tempo tutte queste specie si sono adattate ad ambienti i cui parametri cambiano molto frequentemente.
L'adattabilità è correlata ad un elevato tasso di riproduzione e a diverse strategie di sfruttamento delle risorse. Il che si traduce in infezioni che possono essere anche gravi, evolvendo in vere e proprie batteriemie.
Nella presentazione che segue vengono riportati esempi più dettagliati delle cause e alcuni esempi classici di microrganismi opportunisti.

donna affetta da cancro al seno si sottopone a terapia chemioterapica
Fig. 1 Seduta chemioterapica.
La chemioterapia può essere causa di immunodeficienza.

Do you CLIL? - Opportunistic infections in AIDS

A.I.D.S. that is acquired immune deficiency syndrome is the last stage of HIV infection.
This infection interferes with the immune system decreasing the ability of an organism to resist a microbe attack.
Over time, without appropriate therapies, the risk of common and opportunistic infections increases more and more.
Look at the image carefully.
Can you identify the opportunistic infections?

The image shows the organs affected by opportunistic infections and cancer
Fig. 2 Main symptoms of AIDS

Spunti per la didattica delle competenze

Visto che le infezioni opportunistiche sono un grosso problema sanitario perché in qualche caso associate ad una prognosi severa, diventa di fondamentale importanza la prevenzione.
Quali possono essere le strategie vincenti per una corretta profilassi tenendo conto delle diverse cause?

L'angolo del dubbio

La parte più delicata da capire parlando di microbi opportunisti e delle relative infezioni che provocano è sicuramente legata alla rottura degli equilibri nel microbiota umano.
In particolare è stata studiata la situazione a livello intestinale. I microbi che lo popolano interagiscono tra di loro.
Occupano tuttto lo spazio disponibile costituendo una barriera fisica all'avanzata dei patogeni.
Producono sostanze che inibiscono o eliminano gli "ospiti indesiderati" (i "competitor" per i nutrienti presenti normalmente nel tratto intestinale).
Inoltre aiutano a rafforzare il sistema immunitario oltre a molteplici altre funzioni.
Se i ceppi protettivi sono in maggioranza tutto procede bene ma se per qualche causa l'equilibrio si distrugge, ecco che possono prendere il sopravvento quei microbi che non si fanno sfuggire la nuova opportunità che si presenta loro. Tipico il caso di Clostridium difficile.

Fig. 1 Seduta chemioterapica.
By Jenny Mealing - Cold mits and wine coolers!, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=5788986
Fig. 2 Main symptoms of AIDS
By Mikael Häggström.When using this image in external works, it may be cited as follows:Häggström, Mikael. "Medical gallery of Mikael Häggström 2014". Wikiversity Journal of Medicine 1 (2). DOI:10.15347/wjm/2014.008. ISSN 20018762. - All used images are in public domain., CC0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=5425813

L'attribuzione delle foto e delle immagini utilizzate nella presentazione in italiano sono riportate nelle ultime diapositive.