home microbiologia conservanti e antiossidanti alimentari

By: Loretta Sebastiani
   

Conservanti e antiossidanti alimentari

Conservanti ed antiossidanti alimentari fanno parte degli additivi.
Hanno una funzione specifica nell'industria alimentare che deve garantire al consumatore prodotti sicuri dal punto di vista biologico e microbiologico.
Questo significa che non devono essere presenti microbi patogeni ma che anche la carica microbica "naturale" deve essere tenuta sotto controllo per consentire la conservazione fino ai termini temporali fissati dallo stesso produttore.
Gli antiossidanti vengono addizionati per evitare l'irrancidimento che deteriorebbe l'alimento.
Entrambi non devono avere effetti tossici.
Gli antimicrobici sono classificati da E200 a E299.
Mentre gli antiossidanti da E300 a E399.
La presentazione che segue mette in evidenza quelli più usati specificando, là dove è conosciuta, anche la DGA (Dose Giornaliera Accettabile).

Scarica il PDF della presentazione
Prodotti alimentari tipicamente italiani sottoposti a trasformazione industriale
Fig. 1 - Cibo italiano
Fig. 1 - Cibo italiano
Di OneArmedMan - Opera propria, Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=2979211